Condominio e trasferimenti di proprietà: sufficiente la dichiarazione del notaio

home-notaio-privacy

Il condomino può informare l’amministratore di condominio dell’effettuato trasferimento di un diritto, ad esempio nella compravendita di un’unità immobiliare, sia tramite la trasmissione della copia autentica dell’atto di cessione, sia attraverso la c.d. dichiarazione di compiuta stipula rilasciata dal notaio rogante, sempre che sia provvista di tutte le indicazioni utili all’amministratore per la tenuta del registro dell’anagrafe condominiale.

Questo ha deciso il Garante, dopo essersi consultato anche con il Consiglio Nazionale del Notariato, assegnando così un’interpretazione alla corretta applicazione per le norme introdotte dalla Riforma del Condominio.

Tale modalità si può considerare analoga, per autenticità e certezza, a quella prevista dal legislatore. Il condomino pertanto, sarà legittimato a chiedere al notaio rogante tale dichiarazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *