Il Garante privacy avvia istruttoria su WhatsApp

whatsapp-2317206_1280

Il Garante per la protezione dei dati personali ha intrapreso un’istruttoria dopo la modifica della
privacy policy effettuata da WhatsApp a fine agosto. Questa considera la messa a disposizione di Facebook di talune informazioni inerenti gli account dei singoli utenti di WhatsApp anche per scopi di marketing.

Il Garante ha invitato entrambi a fornire gli elementi necessari per la valutazione del caso. In particolare ha
chiesto la tipologia dei dati che WhatsApp mette a disposizione di Facebook, le misure per garantire quei
diritti riconosciuti dalla normativa sulla privacy, preso atto che dall’avviso inviato sui singoli device la
revoca al consenso e il diritto all’opposizione possono essere esercitati per un tempo limitato e le modalità
per il conseguimento del consenso da parte degli utenti alla comunicazione dei dati.

Inoltre il Garante ha chiesto chiarimenti per i dati riferiti agli utenti di WhtasApp ma non di Facebook, ed in particolare se tali dati siano anche loro comunicati alla società di Menlo Park e di fornire prove concernenti al rispetto del principio di finalità, in quanto l’informativa inizialmente resa agli utenti di WhtasApp non conteneva alcun riferimento alle finalità di marketing.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *