,

GDPR: risvolti concreti e linee guida WP29

gdpr-small

Il nuovo GDPR, le sue implicazioni e le linee guida delineate dal WP 29 sono stati al centro di un incontro di studio tenutosi Giovedì 21 settembre ed organizzato da ANGIF presso il Centro di Formazione dell’Ordine degli Avvocati di Genova.

L’avv. Elena Bassoli, Presidente ANGIF e docente di diritto della comunicazione elettronica presso l’UNiversità di Genova, ha enucleato nel proprio intervento gli adempimenti più significativi imposti dal nuovo GDPR che acquisirà piena efficacia il 25 maggio 2018.

In particolare si è soffermata sul Registro dei trattamenti del Titolare e del responsabile, sulla DPIA, sugli emanandi codici di condotta e sui flussi transfrontalieri di dati con le relative implicazioni in tema di individuazione di Autorità di controllo capofila.

avv. Bassoli e Di Leo

L’Avv. Elena Bassoli (Presidente Angif) e l’Avv. Daniela Di Leo (Consigliere Angif)

L’avvocato Daniela Di Leo, membro del Consiglio Direttivo dell’ANGIF, ha parlato dei “Compiti del responsabile della Protezione dei Dati – Data Protection Officer DPO”, delineando e approfondendo il ruolo e la posizione dello stesso all’interno dell’Ente o dell’Azienda per cui svolge la sua funzione.

L’intervento si è concentrato inoltre sui compiti del DPO, così come previsti dall’art. 39 del Regolamento UE n. 2016/679. Il tutto alla luce delle Linee Guida fornite dal Gruppo di Lavoro Art. 29 (WP29)

Avv. Andrea Passano

Nell’intervento dell’Avv. Andrea Passano è stata sviscerata una delle problematiche più pressanti relative all’introduzione della nuova di figura del Data Protection Officer da parte del Regolamento UE 2016/679. Sono stati infatti illustrati i casi in cui risulta essere necessario, ai sensi della nuova normativa, procedere alla nomina obbligatoria del responsabile per la protezione dei dati, nonché le situazioni in cui tale figura risulta essere consigliata per una migliore gestione dei dati.

L’intervento ha tenuto conto delle varie fonti che regolano, ad oggi, la questione, in particolare la dottrina ed i gruppi di lavoro in materia.

L’incontro di studio si è concluso con l’auspicio dei presenti di proseguire con altri incontri che analizzino nel dettaglio i diversi adempimenti prospettati dal Presidente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *