No alle sentenze integrali

confidential-1726367_640

Deve essere esaminata con attenzione dalla pubblica amministrazione la richiesta di accesso civico agli atti giudiziari, per evitare un’incongrua diffusione di delicate informazioni delle persone coinvolte, così come da indicazioni fornite dal Garante della privacy, che ha avvalorato la decisione di un Comune di non fornire la copia integrale dei provvedimenti e sentenze di condanna ad un pagamento in favore del Comune stesso, compresi i procedimenti di riscossione ancora in atto.

L’istanza era stata presentata da un’associazione, la quale sosteneva che la normativa sulla trasparenza garantiva l’accesso libero alla totale documentazione, ma il Comune sottolineava la necessità di tutelare la riservatezza degli interessati i cui dati personali, anche sensibili, erano riportati nella sentenza; da qui il bisogno di bilanciare tale richiesta.

L’ente pubblico, per adempire alla richiesta di accesso civico, aveva rilasciato solo un panorama riassuntivo che riportava gli elementi di interesse pubblico, come l’oggetto del contenzioso, l’eventuale riscossione o il numero della sentenza.

Il Garante, riscontrando delle informazioni delicate negli atti giudiziari integrali, ha ricordato che la natura pubblica di tali sentenze non include i dettagli particolari delle vicende degli interessati, a volte anche di minori.

Informazioni che sarebbero comunque amplificate dalla stessa natura dell’istanza di accesso.

Per questi motivi il Garante ha approvato la scelta del Comune, conforme alla disciplina di protezione dati, di fornire solo una scheda dettagliata, escludendo gli elementi di natura personale; tenendo anche conto delle linee guida sull’accesso civico adottate dall’Anac, evitando così, un reale pregiudizio alla protezione dei dati personali dei soggetti contro interessati.

Doc. web n.7810482

Data:28/02/18 Sito del Garante

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *