, , , ,

“Privacy Sweep 2018”

hand-1248053_640

Il 20 settembre 2018 ha preso il via il “Privacy Sweep 2018”, l’indagine internazionale 2 “a tappeto” focalizzata, questo anno, sul principio di “Accountability”, vale a dire di “responsabilizzazione del Titolare del trattamento dei dato”, fondamento introdotto dal Regolamento EU/2016/679 in tutta Europa.

Tale iniziativa viene gestita dalla Rete internazionale creata per consolidare la cooperazione tra le Autorità della privacy dei diversi Paesi nel mondo (GPEN- Global Privacy Enforcement Network), e che conta, ad oggi, più di 60 Autorità Garanti nel mondo.

Il GPEN è stato creato nel 2010 a seguito di una raccomandazione dell´OCSE, con lo scopo di promuovere la cooperazione internazionale fra le Autorità di controllo in materia di privacy, considerato l’aumento della globalizzazione dei mercati e della necessità delle imprese e dei consumatori di avere un flusso di informazioni personali senza soluzioni di continuità, indipendentemente dai confini nazionali.

L’impegno dei membri del GPEN è di collaborare per rafforzare la tutela della privacy nel predetto contesto globale.

Saranno sotto la lente d’ingrandimento le misure che titolari o responsabili del trattamento avranno scelto per garantire e dimostrare il rispetto delle norme in materia di protezione dei dati.

Per ciò che riguarda il Garante italiano, la sua attenzione si dirigerà verso le Regioni, le Provincie autonome e le loro società controllate che svolgono trattamenti di dati personali per l’adempimento di compiti di pubblico interesse.

Altri 17 Paesi del mondo di altrettante Autorità garanti della privacy, oltre l’Italia, parteciperanno alla suddetta indagine, i risultati della quale verranno resi pubblici il prossimo novembre.

In passato lo “Sweep”, era stato rivolto alle informative privacy sui siti web, ai servizi online dedicati ai minori, all’internet delle cose ed alle app per la telefonia mobile.

Doc-Web:9043486 

Data:20/09/18      Sito del Garante

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *