,

QUANDO I CONSULENTI DEL LAVORO SONO RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO

office-1209640_640

Il 22 gennaio 2019 il Garante ha definito le responsabilità ed il ruolo dei consulenti del lavoro nel trattamento dei dati, identificandoli come Responsabili del trattamento, nel momento in cui che trattano i dati dei dipendenti dei clienti in virtù dell’incarico ricevuto dal Titolare.

Sulla base dei quesiti posti al Garante da molti professionisti e dal Consiglio Nazionale dei consulenti del lavoro, l’Autorità ha precisato che il Regolamento (UE) 679/2016 è in linea con quanto già disposto dalla Direttiva 95/46/CE, confermando le definizioni di titolare e responsabile, per cui il primo rimane il soggetto che definisce finalità e mezzi del trattamento, il secondo, invece, è colui che tratta i dati per conto del Titolare.

Quindi i consulenti del lavoro diventano titolari quando trattano i dati in autonomia ed indipendenza, dei propri dipendenti o dei propri clienti, intesi come persone fisiche; mentre sono Responsabili quando i dati che trattano si riferiscono a quelli dei dipendenti dei loro clienti, sulla base dell’incarico affidatogli, che include le istruzioni sui trattamenti da effettuare, come ad esempio le buste paga, oppure le pratiche relative ad un’assunzione, trattando, inoltre, molteplici dati personali, anche sensibili, dei lavoratori.

Tali informazioni vengono raccolte dai datori di lavoro a norma di legge e vengono gestite dai consulenti del lavoro, ma, e qui sta il punto fondamentale, potrebbero essere anche trattati direttamente dal Titolare, che decide invece di affidarsi a qualcuno che lo faccia per suo conto.

Tale gestione viene appunto definita sulla base dell’incarico e sulla designazione a responsabile da parte del cliente che legittima il trattamento realizzato dal consulente. Il Garante ha anche specificato che in qualità di responsabili, ai consulenti viene riconosciuto un margine di autonomia e co-responsabilità, anche per ciò che concerne la predisposizione di misure di sicurezza adeguate a tutela dei dati personali, come prescritto direttamente dal GDPR.

 

Fonte: https://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/9080970?fbclid=IwAR19GFf6GJe7aozl3zHCRTe_RoNZUgqWce9Krj7lnGkreF1fJiqyJixTEKs

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *