, ,

Sanzione di 840mila euro per telefonate promozionali senza consenso

phone-499991_1280 (1)

Telecom Italia ha ricevuto una sanzione amministrativa da parte del Garante privacy di 840mila euro per telefonate promozionali senza consenso verso tutti gli ex clienti che non avevano dato l’autorizzazione o l’avevano revocata per le chiamate commerciali.
La società aveva effettuato tali chiamate per riscontrare un eventuale cambio di interesse da parte degli utenti.
Ma dopo la segnalazione da parte di molti clienti di telefonate indesiderate, l’Autorità Garante ha avviato un procedimento accertando un illecito trattamento di dati e con un provvedimento del 22 giugno 2016, confermato anche dal Tribunale di Milano, ha dato seguito ad una sanzione amministrativa a cui la società aveva adempiuto solo in parte.
Dagli accertamenti svolti si è riscontrata non una semplice negligenza da parte dell’azienda, ma una effettiva consapevolezza che ha portato ad una violazione sulla disciplina per la protezione dei dati. E’ emerso infatti un utilizzo da parte di Telecom, dell’intera banca dati dei cosiddetti clienti cessati (circa 2.000.000 di ex utenti) e la campagna promozionale effettuata dalla società ha coinvolto numerosi destinatari senza il loro consenso.
Telecom ha adottato una condotta contraria sia alla normativa, sia alla prescrizione del Garante impartita alla società nel 2007, che esplicava chiaramente, le misure idonee da intraprendere per rendere il trattamento dati conforme alla disciplina sulla protezione dati. Tali misure riguardavano, in particolar modo, le chiamate commerciali e pubblicitarie che l’azienda poteva effettuare esclusivamente verso quei clienti di cui deteneva l’esplicito consenso.
Il Garante ha riscontrato la gravità di tale condotta anche per il continuo dialogo tenuto con la società negli anni, che avrebbe permesso a Telecom di avere tutti gli elementi necessari per assumere decisioni in linea con l’Autorità Garante e con la normativa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *