,

Garanti Ue, varate le Linee guida sulla valutazione di impatto privacy (DPIA)

DPIALe Autorità di protezione dati europee riunite nel Working Party ex art. 29 hanno adottato le linee guida che aiuteranno Pubbliche amministrazioni ed imprese nella valutazione d’impatto sulla protezione dei dati (DPIA, Data Protection Impact Assessment).

La DPIA, istruita dal Regolamento europeo 2016/679/EU, è una procedura per descrivere il trattamento dei dati, valutarne necessità e proporzionalità e facilitare la gestione dei rischi per le libertà e i diritti connessi al trattamento dei dati delle persone fisiche.

La DPIA è uno strumento importante per il titolare, poiché lo aiuta non solo a rispettare il Regolamento europeo, ma anche a dimostrare l’adozione di misure idonee e a garantirne il rispetto. Si tratta quindi di una procedura che permette di realizzare e dimostrare la conformità del trattamento alle norme.

Non c’è obbligo di adottare una DPIA per ogni trattamento, ma essa si rende necessaria se il trattamento può presentare un rischio elevato per i diritti e le libertà delle persone fisiche. Si può presentare un’unica DPIA per valutare più trattamenti che presentino analogie e può essere utile per valutare l’effetto di un nuovo dispositivo tecnologico. In ogni caso la DPIA rappresenta sempre una buona prassi sia per le Pubbliche amministrazioni, sia per le imprese.

Per un’uniforme interpretazione nei casi in cui la DPIA sia obbligatoria, i Garanti europei hanno fornito anche alcuni criteri in vista dell’elaborazione degli elenchi dei trattamenti più rischiosi, che le Autorità di controllo sono tenute ad emanare nel breve periodo.

La violazione degli obblighi inerenti l’analisi di impatto può comportare sanzioni pecuniarie da parte delle Autorità Garanti, per la mancata analisi, quando il trattamento è soggetto a valutazione, per lo svolgimento non corretto o per la mancata consultazione dell’Autorità di controllo competente, che possono arrivare ad una sanzione amministrativa di 10 milioni di euro, o fino al 2% del fatturato globale annuo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *